Esistono numerose abitudini che ci permettono di salvaguardare il nostro udito negli anni.
Una di queste è l’esercizio fisico, che garantisce un maggior apporto sanguigno alle orecchie.
Numerosi studi affermano inoltre che fumare ed esporsi al fumo passivo sono abitudini deleterie per l’udito come lo sono anche le eccessive dosi di caffeina e di sodio.

Ricordate inoltre che se non vi proteggete adeguatamente dall’inquinamento acustico provocato dal frastuono costante nei luoghi dove trascorrete parecchio tempo, come ad esempio le discoteche, le città nei momenti di traffico intenso e certi luoghi di lavoro,
sicuramente danneggerete nel tempo le funzionalità delle vostre orecchie.
Se dopo esservi trovati in situazioni del genere sentite ronzio alle orecchie o il vostro udito vi appare debole e ovattato, dovete trovare soluzioni immediate.
In questi casi, dei banalissimi tappi per orecchie usati durante l’esposizione ai rumori possono fare un’enorme differenza.

Fate molta attenzione all’uso di cuffie e auricolari, controllate il volume sempre prima di indossarli per evitare un’esplosione di rumore improvvisa e cercate sempre di tenere il volume al minimo, perché se le persone intorno a voi riescono a sentire cosa ascoltate, significa che il volume è già troppo alto.
Ricordate sempre che i danni non sono causati da una singola esposizione a rumori eccessivi, i vostri nemici sono le cattive abitudini costanti nel tempo; quindi se vi accorgete di averne, cambiatele subito.

Limitate l’uso di dispositivi audio come la radio e la televisione e cercate di dedicare più tempo ad attività salutari come le gite e le escursioni, immersi nel silenzio o circondati da suoni naturali.
Per concludere, vi consigliamo di controllare il vostro udito con regolarità; perché come è ovvio che sia, accorgendovi in tempo di ciò che vi sta danneggiando, potrete sicuramente limitare o eliminare tutte le possibili minacce all’efficienza futura del vostro apparato uditivo.