Per le persone con perdita dell’udito, l’uso di un apparecchio acustico è associato a un rischio ridotto di tre comuni problemi di salute dell’invecchiamento – demenza, depressione e cadute – secondo un nuovo studio pubblicato sul Journal of American Geriatrics Society.

Questo studio si aggiunge al crescente corpo di ricerca che collega la perdita dell’udito a problemi di memoria e demenza. “Il declino cognitivo è molto più elevato tra le persone con perdita dell’udito”, afferma l’autore dello studio Elham Mahmoudi, Ph.D., assistente professore nel dipartimento di medicina di famiglia all’Università del Michigan.

Il nuovo studio suggerisce inoltre che l’uso di apparecchi acustici potrebbe aiutare a ritardare l’insorgenza della demenza in alcune persone, ed è il più grande studio fino ad oggi per esaminare questa possibile connessione, secondo Mahmoudi.

Ecco cosa hanno dimostrato questa e altre ricerche sulla perdita dell’udito e sul cervello e cosa significa tutto per te.

La Connessione Tra Apparecchi Acustici E Demenza

Il nuovo studio ha scoperto che le persone che hanno ricevuto apparecchi acustici nei tre anni dopo la diagnosi di perdita dell’udito avevano tassi più bassi di demenza, depressione e cadute rispetto a coloro che non avevano i dispositivi.

Per ottenere questi risultati, i ricercatori dell’Università del Michigan hanno esaminato le richieste di assicurazione gestita da 114.862 adulti con perdita dell’udito tra il 2008 e il 2016. Tutti avevano 66 anni o più.

I ricercatori hanno esaminato i crediti assicurativi dei soggetti dello studio per tre anni dopo la diagnosi della perdita dell’udito. Lo hanno fatto per determinare a quali persone con perdita dell’udito era stato prescritto un apparecchio acustico, quali no, e quali soggetti dello studio in entrambi i gruppi sono stati successivamente diagnosticati con demenza, depressione o lesioni correlate alla caduta. Quindi hanno confrontato la differenza tra il gruppo di apparecchi acustici e il gruppo di apparecchi non udenti.

Cosa Hanno Scoperto Gli Studi Precedenti

Molte ricerche precedenti hanno scoperto che la perdita dell’udito è collegata ad un aumentato rischio di problemi di memoria.

In un’analisi del 2018 pubblicata su JAMA Otorinolaringoiatria – Chirurgia della testa e del collo, i ricercatori hanno unito i risultati di 36 studi e hanno scoperto che la perdita dell’udito correlata all’età era collegata ad un aumentato rischio di demenza, declino cognitivo e compromissione.

(Altre ricerche precedenti hanno anche collegato la perdita dell’udito alla depressione e alla caduta.)

Sono stati condotti meno studi sul fatto che l’uso di un apparecchio acustico possa ritardare o prevenire l’insorgenza di demenza, afferma Jennifer Deal, Ph.D., assistente scienziato nel dipartimento di epidemiologia della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health, che non è stato coinvolto nel nuovo studio.

Ma come la nuova ricerca, diversi piccoli studi che hanno affrontato la questione negli ultimi anni hanno scoperto che l’uso di apparecchi acustici è collegato a un minor rischio di demenza.

In Che Modo La Perdita Dell’udito Può Influire Sul Cervello

Gli scienziati non hanno risposte definitive sugli effetti della perdita dell’udito sulla salute del cervello. Una teoria, secondo Deal, è che quando l’udito è danneggiato, il cervello deve spendere più sforzi per decodificare i segnali sonori che assume, probabilmente a spese di altre funzioni cerebrali.

Un’altra ipotesi è che la perdita dell’udito cambia la struttura fisica del cervello in un modo che potrebbe danneggiare la memoria e alcune prove di studi di imaging del cervello supportano questa teoria.

La perdita dell’udito può anche aumentare la sensazione di isolamento sociale di una persona perché la condizione rende più difficile la comunicazione. E l’isolamento sociale è collegato a una serie di problemi di salute, dalle malattie cardiache all’Alzheimer.

L’udito Potrebbe Causare La Demenza?

Né studi precedenti né quello nuovo offrono prove certe che la perdita dell’udito sia causa di demenza. In realtà, non è ancora chiaro cosa causi effettivamente la malattia di Alzheimer o altri tipi di demenza.

Il nuovo studio è stato osservativo, ovvero ha esaminato solo i dati sugli esiti sanitari esistenti, piuttosto che testare gli effetti di un apparecchio acustico. Quindi, sebbene abbia trovato un modello, non è stato possibile stabilire che i problemi di udito causino effettivamente la demenza.

E, affermano i ricercatori, una serie di altri fattori potrebbe aver influenzato il risultato dello studio. Ad esempio, i ricercatori non sono stati in grado di tener conto dello stato socioeconomico nella loro analisi. Questo è importante perché è stato scoperto che le persone con più istruzione e risorse economiche hanno meno probabilità di sperimentare un declino cognitivo mentre invecchiano.

Affinché gli scienziati siano in grado di dire definitivamente che la perdita dell’udito è una causa di demenza, è necessario uno studio randomizzato e controllato, confrontando gruppi simili di persone, alcune delle quali hanno la perdita dell’udito trattata con un apparecchio acustico e altre no.

Deal e il suo team di ricerca stanno attualmente conducendo una di queste prove, quindi spera di poter rispondere a questa domanda entro pochi anni.

Il Lato Positivo Degli Apparecchi Acustici

Mentre il nuovo studio ha scoperto che per le persone con perdita dell’udito, l’uso di apparecchi acustici era associato a un minor rischio di demenza, ciò non significa che gli aiuti possano prevenire la demenza o addirittura ridurre i rischi.

È troppo presto per dirlo, senza i risultati di una sperimentazione controllata randomizzata.

Tuttavia, il lato positivo dell’utilizzo di questi dispositivi per la perdita dell’udito può essere sostanziale. “Se qualcuno sta prendendo in considerazione un apparecchio acustico, sappiamo che dovrebbe aiutare a migliorare la qualità della vita, aiutare con la comunicazione”, afferma Deal. “Sappiamo che ci sono vantaggi, semplicemente non sappiamo se la cognizione è uno di questi.”

Se tu o un membro della famiglia stai lottando con la perdita dell’udito, l’aiuto è disponibile. Contattaci.

ESEGUI IL TEST ONLINE

Credits to: advancedhearingcare.org
L’articolo è originariamente apparso su Consumer Reports.
Immagine di mcmurryjulie di Pixabay