Siamo in grado di classificare la perdita dell’udito (CA) in base ai diversi criteri, i più comuni dei quali sono l’importanza della perdita dell’udito o l’ubicazione della compromissione dell’udito.

Compromissione dell’udito più o meno profonda

La compromissione dell’udito (CA) può essere caratterizzata dalla differenza tra il livello sonoro minimo normalmente percepito (soglia uditiva normale) e il livello minimo percepito dalla persona sorda:

  • Udito normale quando la perdita media è compresa tra 0 e 20 dB;
  • CA leggera , la cui perdita media è compresa tra 20 e 40 dB;
  • CA media quando la perdita media è compresa tra 40 e 70 dB;
  • CA grave con perdita media è tra 70 e 90 dB;
  • CA profonda , quando la perdita è superiore a 90 dB Questi valori rappresentano le perdite medie sulle frequenze 500, 1000 e 2000 Hz.

Trasmissione, percezione … diversa sordità

A seconda della localizzazione del deterioramento all’origine della sordità, distinguiamo diversi disturbi dell’udito: trasmissione, percezione, misto o nervoso.

  • La sordità della trasmissione è caratterizzata da un danno all’orecchio esterno o all’orecchio medio. In questo caso, la perdita media è raramente maggiore di 40 dB e la sordità è spesso operabile e facilmente accoppiabile. A questa categoria è possibile aggiungere sordità transitoria di otite acuta o sordità permanente dovuta a blocco o ossicini. Le cause di questi disturbi dell’udito comprendono l’ otosclerosi , un disturbo metabolico che limita il movimento della catena degli ossicini.
  • La sordità percettiva è caratterizzata da un danno all’orecchio interno. Questi disturbi dell’udito sono più difficili da trattare. Questi disturbi dell’udito sono congeniti, genetici o accidentali. La maggior parte viene acquisita e deriva da un attacco di cellule ciliate dell’orecchio interno da rumore, invecchiamento, farmaci ototossici (tossici per l’orecchio) o altre malattie.
  • La sordità mista è una combinazione delle due sordità precedenti. Associano quindi un ostacolo alla trasmissione del suono con un attacco dell’orecchio interno.
  • La sordità del nervo (udito o danno del nervo uditivo), che è rara, a volte è riconoscibile o utilizzabile. Alcune classificazioni le associano alla sordità percettiva;
  • La sordità profonda e totale rappresenta un ultimo gruppo. La diagnosi di questi disturbi dell’udito viene fatta attraverso vari test più o meno sofisticati, per capire l’origine del disagio uditivo. Il meccanismo della sordità può essere evidenziato attraverso un audiogramma.

Se tu o un membro della famiglia stai lottando con la perdita dell’udito, l’aiuto è disponibile. Contattaci.

ESEGUI IL TEST ONLINE