L’importanza degli audiologi

Secondo il Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti, nel 2016 ci sono stati circa 14.800 posti di lavoro per audiologi. Gli audiologi sono professionisti sanitari autorizzati a valutare, diagnosticare e curare disturbi dell’udito e dell’equilibrio. Alcuni potrebbero pensare che gli audiologi siano solo per persone anziane con problemi di udito legati all’età, ma nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. Gli audiologi hanno un ruolo prezioso e vario nel trattamento della salute dell’udito di persone di tutte le età, dai giovanissimi ai molto anziani. Eseguono valutazioni dell’udito, adattano gli apparecchi acustici, valutano l’acufene e diagnosticano capogiri e disturbi dell’elaborazione uditiva. Valutano la candidatura per gli impianti cocleari, mappano gli elettrodi degli impianti cocleari e apportano le regolazioni ai livelli uditivi secondo necessità. Gli audiologi educativi partecipano alla creazione di piani educativi per i bambini con perdita dell’udito, dispositivi di assistenza per i bambini da usare in classe e monitorare la funzionalità degli apparecchi acustici e di altre attrezzature durante la giornata scolastica.

Le statistiche sulla perdita dell’udito sono scioccanti
Secondo l’Istituto nazionale sulla sordità e altri disturbi della comunicazione, 37,5 milioni di americani hanno un certo grado di perdita dell’udito. La perdita dell’udito è la terza condizione di salute più comune affrontata dagli adulti più anziani dopo le malattie cardiache e il diabete, ma a differenza di queste condizioni, solo il 20% delle persone con perdita uditiva cerca effettivamente un trattamento. Sfortunatamente, la quantità media di tempo in cui una persona con perdite uditive attende di farsi curare dopo aver notato un problema è tra i sette ei dieci anni. A quel tempo, l’udito può non solo peggiorare in modo significativo, ma può contribuire a una varietà di problemi di salute, problemi di sicurezza e problemi psicologici.

L’ipoacusia non trattata è stata collegata a più alti tassi di depressione, così come rabbia, frustrazione e isolamento sociale. Altri studi hanno dimostrato che quelli con perdita dell’udito non trattati hanno un più alto rischio di demenza e declino cognitivo.

Contattaci, ti chiederemo delle sfide che stai affrontando, il tuo stile di vita e le tue esigenze di comunicazione.
ESEGUI IL TEST ONLINE

Credit to: www.healthyhearing.com