L’udito è uno dei sensi più importanti per la nostra vita di relazione, poiché la struttura della società umana si basa sull’utilizzo del linguaggio orale che richiede la sofisticata e rapida analisi dei suoni di cui è composto, garantita proprio dalle strutture dell’orecchio ed in particolare dell’orecchio interno, la sua centralina elettrica. Frequentemente non ci si accorge di un problema dell’udito fino a che un amico non ce ne fa notare l’esistenza. Quindi educare alla prevenzione, informandosi sulle buone abitudini da adottare per preservare il proprio udito e insegnando a riconoscere i segni premonitori del danno uditivo, consente di intervenire precocemente sui disturbi e ridurre la probabilità di incorrere in danni permanenti spesso causati dall’esposizione al rumore.

I sintomi delle difficoltà nel sentire possono comprendere: l’incapacità a sentire o a distinguere tutti o alcuni suoni in una o entrambe le orecchie; la difficoltà a capire una conversazione quando ci sono molte persone che parlano contemporaneamente; la necessità di aumentare il volume della televisione o della radio più di quanto gli altri ritengano utile. I problemi dell’udito sono talvolta accompagnati da vertigini, mal d’orecchio, secrezioni o sanguinamento dalle orecchie, rumori rimbombanti nelle orecchie. Possono variare non solo nella tipologia, ma anche in origine e intensità. Si definisce sordità la perdita totale delle capacità uditive. Si parla invece di compromissione dell’udito quando la perdita è parziale, con livelli che vanno da leggera a moderata, severa, profonda. Se il disturbo interessa un solo orecchio si definisce unilaterale. La compromissione delle capacità uditive può svilupparsi a causa di molteplici fattori durante tutto il corso della vita di una persona: per i neonati come conseguenza dell’uso di medicine ototossiche durante la gravidanza della madre oppure per nascita prematura, carenza di ossigeno, itterizia; durante l’infanzia, come effetto di malattie infettive come meningite, morbillo, parotite epidemica, infezioni croniche dell’orecchio; a qualsiasi età a seguito di ferite alla testa, presenza di corpi estranei nell’organo, esposizione a rumori.

Grazie a campagne di prevenzione adeguate, le persone con disturbi dell’udito dovrebbero essere sensibilizzate all’argomento e sollecitate a controlli periodici. Inoltre, l’innovativa tecnologia dei prodotti e degli accessori per l’udito messi a punto negli ultimi tempi offre molte funzionalità, progettate appositamente per arricchire l’esperienza d’ascolto nella vita quotidiana, indipendentemente dal grado di perdita uditiva, dall’età, dallo stile di vita o dalle possibilità di spesa. Le protesi acustiche moderne sono facili da usare, affidabili e costruite per durare nel tempo. Se trattate con cura e con qualche semplice accorgimento sono in grado di funzionare per molti anni perfettamente.

Credits: repubblica.it