L’orecchio, nel feto umano, inizia a formarsi dalla terza settimana in poi. Verso la sesta settimana assistiamo alla formazione della coclea con la sua classica forma a chiocciola. All’ottava inizia a costituirsi anche l’orecchio medio e intorno all’undicesima spuntano il timpano e la membrana timpanica.

Arrivati alla ventunesima settimana avviene un cambiamento sostanziale; la coclea si lega alla corteccia cerebrale, ciò permette il riconoscimento e la distinzione tra un suono e l’altro. Alla ventiquattresima il bimbo comincia a sentire totalmente attraverso l’orecchio; è l’inizio di una concreta ed evidente attività cerebrale.

Giunti alla trentesima settimana di gravidanza il bambino riesce a percepire il battito cardiaco e gli altri suoni del corpo materno. Questo è il momento ideale per iniziare a dialogare col pancione, poiché, da qui in poi che il bambino imparerà a riconoscere le voci di mamma e papà. Una volta nato infatti le distinguerà dalle altre e gli risulteranno familiari e rassicuranti sin da subito.

Ricordate che, specialmente in questa fase che precede la nascita, è preferibile evitare l’esposizione del feto a rumori particolarmente intensi.
Infatti è ampiamente dimostrato che questi ultimi possono accelerarne i battiti cardiaci e agitarlo oltremodo. Risulta invece molto utile l’esposizione a melodie dolci, melodiose e rilassanti; queste infatti, aiutano a rasserenare il piccolo.