L’udito ha una funzione fondamentale nello sviluppo cognitivo, psicologico e sociale di ogni individuo.
Fin dalla nascita gli esseri umani iniziano a interagire con il mondo esterno grazie all’uso della lingua che imparano dagli adulti. Già durante la gravidanza riescono a sentire gli adulti che parlano e imparano a riconoscere il suono delle voci che sentono più spesso.

Dall’infanzia alla pubertà, i bambini sviluppano innumerevoli capacità relazionali e sociali. È ampiamente dimostrato che un udito più o meno compromesso, in particolar modo nel periodo dell’infanzia, può pregiudicare l’apprendimento in generale o ancor più grave, incidere sulla vita sociale.
È ampiamente dimostrato infatti che l’isolamento sociale e la depressione sono fortemente correlati a questo deficit, il perché è facilmente intuibile. È altrettanto evidente la necessità di risolvere questo problema se si dovesse presentare nella nostra vita o in quella di persone a noi care.
Preservare l’udito dei bambini è di fondamentale importanza, la qualità della loro vita futura può essere migliorata ponendo l’attenzione su questo aspetto.
Evitate di esporli ai rumori eccessivi ovviamente, fate attenzione al volume di dispositivi audiovisivi di ogni genere.
Le cause di sordità sono spesso legate a fattori genetici o malattie come la meningite e il morbillo, tuttavia a volte l’uso di alcuni farmaci può causarla. A ogni modo, nella maggior parte dei casi, semplicissimi controlli periodici, risolvono gli eventuali problemi sul nascere grazie alle tecnologie di cui disponiamo.
Non rimandate i controlli di routine, perché grazie a una semplice azione si possono risolvere problemi piccoli senza che diventino mai grandi.